X
GO
Da sapere e da fare nel PRIMO TRIMESTRE di gravidanza

Durante il primo trimestre il feto si trasforma e passa da una singola cellula fecondata (zigote) ad un embrione che si impianta nella parete uterina, e da cui piano piano iniziano a prendere forma arti e organi corporei. Inoltre il bambino inizia a muoversi.

Ecco alcune delle grandi novità che accadono in questo emozionante trimestre:

  • Ossa del bambino: intorno alla sesta settimana di gravidanza, iniziano a formarsi le braccia, le gambe, le mani e i piedi, mentre intorno alla settimana 10 le dita di mani e piedi.
  • Capelli e unghie: la pelle comincia a formarsi tra le settimane 5 e 8, insieme ai follicoli piliferi e alle unghie che si formano intorno alla settimana 8.
  • Sistema digestivo: intorno all’ottava settimana gli intestini del bambino iniziano a formarsi insieme ai reni.
  • Senso del tatto: sempre intorno all’ottava settimana il bambino avrà dei recettori sul viso (soprattutto labbra e naso). Alla settimana 12 avrà recettori sui genitali, sulle palme delle mani e sulle suole dei piedi.
  • Senso della vista: i nervi ottici (che passano informazioni dagli occhi al cervello e viceversa) e le lenti focali iniziano a formarsi entro la quarta settimana, mentre la retina intorno all’ottava.
  • Cuore: circa alla quinta settimana, l’organo che diventerà il cuore del bambino inizia a battere spontaneamente. Nelle settimane successive fino alla 9 o alla 10 diventerà sempre più forte e più regolare e potremmo sentirlo con l’ecografia.
  • Cervello: Intorno all’ottava settimana di gravidanza, il cervello del bambino riuscirà a guidare gli arti in via di sviluppo.
  • Senso del gusto: sempre all’ottava settimana il bambino avrà sviluppato papille gustative connesse al suo cervello.

Altre importanti tappe della crescita fetale durante il primo trimestre includono la formazione dei muscoli, la produzione dei globuli bianchi per combattere i germi e lo sviluppo delle corde vocali.

CAMBIAMENTI NEL CORPO DELLA MAMMA

Sono tanti i cambiamenti che avvengono nella donna nel primo trimestre di gravidanza. Tra i sintomi iniziali più comuni di inizio gravidanza citiamo:

  • Malesseri mattutini: anche se purtroppo a volte non colpiscono solo di mattina. Iniziano circa alla quinta settimana di gravidanza. Tè o gocce di zenzero potrebbero aiutare a gestirli, così come fare piccoli e frequenti pasti. Se il malessere è grave, consigliamo di parlare con il medico circa eventuali terapie e interventi da attuare per curare quella condizione che è nota come iperemesi gravidica.
  • Seni indolenziti: indolenziti, formicolanti e grandi.
  • Sbalzi d’umore: possono presentarsi intorno alla settima settimana. Se hai una storia di depressione alle spalle, meglio parlarne con il medico per valutare il rischio di una depressione prenatale.

Durante il primo trimestre di gravidanza possono poi verificarsi altri sintomi come: bruciori di stomaco, costipazione, gusto metallico, avversioni alimentari e mal di testa. Il secondo trimestre ti porterà anche il sollievo su molti di loro. Da tener presente che ogni donna è diversa. Quindi solo perché madri o sorelle hanno riportato crampi o minzione frequente ciò non vuol dire che questo sintomo si verificherà anche con voi.

AUMENTO DEL PESO

Poiché il feto è ancora molto piccolo potreste aver bisogno di aumentare solo 1,5 o 2 kg in più al massimo nel primo trimestre. Se soffrite di malesseri mattutini e state perdendo l'appetito potreste anche perdere peso. A quel punto occorrerà recuperarlo nel secondo e terzo trimestre. Per ora, è bene concentrarsi solo sul consumare pasti leggeri e frequenti con tutte le sostanze nutritive.

Tenete sotto controllo e calcolate l’assunzione media di calorie durante la gravidanza: in realtà non si hanno bisogno di calorie extra durante il primo trimestre.

I SINTOMI DA TENERE SOTTO CONTROLLO

Con tutti i cambiamenti che si verificano nel corpo durante la gravidanza, ci si può chiedere cosa è normale e cosa no. In molti casi, sintomi che sembrano strani non sono causa di preoccupazione. Tuttavia è anche importante capire che il rischio di aborto è il più alto durante il primo trimestre.

Ecco alcuni sintomi su cui consigliamo sempre una chiamata al medico:

  • sanguinamento vaginale intenso/li>
  • dolore addominale grave
  • sete improvvisa
  • minzione dolorosa
  • febbre superiore ai 38°, brividi e/o mal di schiena
  • grave gonfiore in mani e/o faccia
  • disturbi della vista

COSE DA FARE NEL PRIMO TRIMESTRE

  • Assumere acido folico. In particolare si dovrebbe assumere acido folico almeno un mese prima del concepimento e per tutto il primo trimestre per ridurre notevolmente il rischio di difetti del tubo neurale (come la spina bifida).
  • Scegliere il medico che vi seguirà per tutta la gravidanza e prenotare la prima visita ostetrico-ginecologica.
  • Considerare la possibilità di effettuare test genetici. Il medico potrà prescrivere test prenatali non invasivi (Bitest e translucenza nucale tra le settimane 11 e 14) per rilevare il rischio di sindrome di Down e di difetti cardiaci congeniti. Inoltre potrebbe raccomandare attorno alla settimana 9 uno screening non invasivo del sangue che ricerca le anomalie cromosomiche e/o test prenatali invasivi (es: villocentesi o amniocentesi).
  • Mangiare bene. Ora è il momento di ridurre la caffeina ed imparare quali sono gli alimenti da evitare.
  • Praticare attività fisica regolare. Almeno 30 minuti di ginnastica al giorno per 3 giorni alla settimana.
  • Se non ci sono controindicazioni mediche si possono avere rapporti sessuali.
  • Iniziare ad annunciare la gravidanza in famiglia e agli amici. Molte donne aspettano fino alla fine del primo trimestre per farlo, quando il rischio di aborto è più basso. E se si lavora da impiegata, cominciare a pensare a quando raccontare al capo la novità e comprendere le politiche di congedo di maternità dell’azienda.