Quali sono i pro e i contro dei viaggi in treno in gravidanza?

In generale le compagnie di linea ferroviaria non hanno restrizioni per le viaggiatrici in gravidanza. Come buona pratica, le ferrovie suggeriscono tuttavia che le passeggere in stato di gravidanza chiedano e valutino con il proprio medico, prima di viaggiare, consigli e raccomandazioni utili per qualsiasi tipo di viaggio si debba intraprendere e che riguardino quindi anche il mezzo di trasporto che si intende utilizzare.

PRO

Rispetto all’auto, ad un autobus o all’aereo, si gode di una maggiore libertà di movimento. È facile camminare e allungare le gambe, a patto che si faccia attenzione alle frenate inaspettate e al pavimento che si muove tra una carrozza e l’altra.

Si può leggere o ascoltare musica durante il viaggio senza preoccuparsi del traffico. Oppure farsi un bel pisolino.

Anche l’aspetto dei servizi igienici è importante: in treno tendono ad essere numerosi, di solito uno per carrozza, quindi è probabile non fare la fila per andare al bagno, anche se non sempre sono super puliti.

Molti treni hanno carrozze dedicate al ristorante o allo snack bar anche se bisogna tener presente che la qualità e la varietà del cibo è limitata.

Se si fanno viaggi lunghi esiste la possibilità di alloggiare in scompartimenti letto che, anche se sembrano stretti e angusti, sono comunque più comodi dell'alternativa in auto, autobus o aereo.

Altri vantaggi possono essere dati dal fatto che a volte i biglietti del treno sono più convenienti delle tariffe aeree, le stazioni ferroviarie sono più centrali rispetto agli aeroporti e i collegamenti più diretti quando si viaggia tra città di piccole dimensioni. In Europa i treni sono spesso il trasporto preferito dalle persone in quanto sono molto comodi e talvolta lussuosi.

CONTRO

Mentre gli aerei possono volare dappertutto in poche ore, se non scegliete viaggi intercontinentali, i treni richiedono comunque tempi di percorrenza più lunghi.

L’imbarco sui treni può essere una sfida a seconda di quanto il treno è lungo: per raggiungere la carrozza in coda o in testa mettete in conto una bella camminata. Inoltre, alcune vetture passeggeri possono essere calde e soffocanti, mentre altre a volte fredde. In alcune vetture, metà o più sedili si trovano uno di fronte all’altro, cosa che può rendere fastidioso il movimento se si viaggia all’indietro del senso di marcia del treno.

Infine, ad eccezione di alcune stazioni ferroviarie principali, arrivare al binario con i bagagli potrebbe non essere così facile.

Come si può rendere più confortevole il viaggio in treno?

Intanto richiedere un cuscino, se è disponibile, al personale di servizio. Magari potete informarvi prima con la compagnia se lo hanno e, in caso negativo, portarne uno da casa. Stesso discorso per un’eventuale coperta utile nei lunghi viaggi.

Meglio pagare per uno scompartimento letto se si viaggia di notte o si effettua un lungo viaggio.

Se i treni hanno scompartimenti rialzati meglio scegliere un posto nei piani inferiori per evitare scale, cercando comunque di non andare a finire direttamente sulle ruote.

Se doveste fare una crociera in treno, prenotate una cabina con bagno in stanza.

Poiché siete incinta alzatevi e camminate ogni ora per evitare eventuali coaguli di sangue e per mantenere la circolazione in movimento.

Se cercate di dormire, allungate le gambe e tentate di sollevare i piedi magari appoggiandoli, sopra il cuscino, sul bordo della navata del treno o nei braccioli o nel sedile di fronte, nel caso sia libero.

È consigliabile portare con sé una bottiglia d'acqua e un po’ di cibo (soprattutto frutta fresca e verdura), perché al bar snack del treno in genere il menù consiste in panini e snack confezionati, a meno di non optare per il ristorante quando è presente. Informatevi anche preventivamente se è possibile richiedere pasti speciali a bordo.

Per quanto riguarda il bagaglio vi consigliamo di portare solo ciò che è possibile trasportare in una valigia su ruote, soprattutto se viaggiate da sole.