Benessere preconcezionale in età fertile

Benessere preconcezionalePer periodo preconcezionale in genere si intende il tempo che intercorre tra il momento in cui la donna non esclude di avere un figlio, e desidera una gravidanza nell'immediato futuro o nel medio-lungo termine, e il momento del concepimento.

Si tratta di un periodo suscettibile di variazioni e non definibile in modo preciso: ad esempio per le gravidanze programmate può essere di circa sei mesi oppure per le donne in età fertile che non pianificano una gravidanza nell'immediato potrebbe durare anche diversi anni. Dipende anche dagli eventuali metodi contraccettivi utilizzati. Oltre i due anni di rapporti nei periodi fertili senza che avvenga il concepimento, si comincia a pensare a qualche problema di fertilità della coppia.

Maggiori approfondimenti in tema di fertilità su www.inofert.it.

La salute preconcezionale, cioè del periodo che precede il concepimento e la gravidanza, è determinante per riuscire ad avere una gravidanza normale  e un corretto sviluppo fetale. Per questo è fondamentale mettere in atto alcuni interventi di prevenzione nei confronti di diversi fattori di rischio, come ad esempio alimentazione sbagliata, scarsa assunzione di folati, vitamine e minerali, obesità, patologie materne, alcol, fumo. Molti di questi interventi non sono efficaci sulla salute del nascituro, se effettuati a gravidanza iniziata quando ormai è avvenuta la formazione degli organi fetali.

L'alimentazione nel periodo preconcezionale caratterizza in maniera significativa la salute della futura gestante e quella del nascituro. Per ridurre il rischio di malformazioni o malattie congenite, è fondamentale che la madre raggiunga uno stato nutrizionale ottimale molto prima della gravidanza.

Uno stile di vita sano è necessario quando si decide di avere un bimbo: attività fisica regolare, corretta alimentazione, rinuncia a fumo, alcool e sostanze nocive, permettono non solo di diminuire le probabilità di problemi durante la gravidanza ma, anche di aumentare le possibilità di concepimento. 

Ricordiamo che nonostante la dichiarata programmazione delle nascite, il 60% circa delle gravidanze insorge inaspettatamente. Troppo spesso è difficile individuare correttamente il periodo preconcezionale e molte donne si rivolgono al medico di medicina generale (MMG) o al ginecologo appena scoperta la gravidanza.