Amniocentesi: se e quando

AmniocentesiL'amniocentesi è un test che consiste nell'estrarre 15/30 mI di liquido amniotico (liquido che circonda il feto all'interno della placenta) attraverso l'introduzione di un ago nella parete addominale.

Questo liquido contiene cellule fetali che possono essere analizzate per individuare certe anomalie nel feto, come le alterazioni cromosomiche, le alterazioni metaboliche, i difetti del tubo neurale e le malattie ereditarie.

L'amniocentesi è indicata per quelle donne a rischio di aborto spontaneo, donne con gravidanza a rischio a causa dell'età, se si è avuto un figlio con qualche difetto congenito e se si sospetta un'alterazione cromosomica ereditaria

Viene eseguita nel secondo trimestre di gravidanza. Anche alla fine, per determinare se i polmoni sono sviluppati o per determinare se il feto è affetto da anemia. 

Gli effetti collaterali di questo test sono minimi, ma esiste la possibilità di avere un aborto spontaneo o di contrarre infezioni urinarie.

Approfondisci