17/09/2013 - Lo sport in gravidanza vale oro!

Dopo la recente conquista del doppio oro agli europei di tiro a volo dell’atleta Chiara Cainerio (al quinto mese di gravidanza), ci si è soffermati sugli effetti benefici che lo sport ha sulle donne in dolce attesa.

A tal proposito, la dottoressa Alessandra Graziottin, direttore del centro di Ginecologia dell’ospedale San Raffaele Resnati di Milano, spiega quali accorgimenti prendere per non rinunciare allo sport durante la gestazione.

Se la donna è giovane e in salute, se l’utero e le ovaie sono in perfette condizioni, e se il figlio è stato concepito naturalmente, non ci sono particolari misure preventive da prendere per continuare a fare attività fisica.

Naturalmente la tipologia di sport dovrà escludere movimenti rischiosi per la gravidanza: cadute o traumi (come lo sci e l’equitazione) o uno sforzo tale da innalzare pericolosamente il consumo di ossigeno e di zuccheri (ad esempio la maratona).

Al di là di questi minimi accorgimenti, i medici sono concordi nell’affermare che praticare sport durante la gravidanza abbia effetti benefici sia sul corpo che sulla mente. Infatti l’attività fisica ha un ruolo cruciale nel rilascio di tre neurotrasmettitori importanti: dopamina, serotonina ed endorfine.

Inoltre, per quanto riguarda il post gravidanza, lo sport è totalmente incoraggiato e non ha alcuna controindicazione.

FONTE: La Stampa