08/08/2013 - Gravidanza e problemi intestinali

Secondo uno studio presentato al meeting annuale dell’American College of Obstetricians and Gynecologist, la stragrande maggioranza delle donne in gravidanza accusa disturbi riguardanti le vie intestinali.

Questa ricerca si è focalizzata sugli aspetti “sociali” del problema; infatti alle 104 donne che hanno partecipato sono stati sottoposti due questionari, che indagavano sia il tipo di disturbo, sia quanto questo incidesse sulla vita delle gestanti.

È emerso che il 72% delle donne al primo trimestre, e il 61% delle donne al terzo trimestre hanno sofferto di stipsi, diarrea, gonfiore addominale e sindrome dell’intestino irritabile.
In più, il secondo questionario ha permesso di scoprire che i disturbi che hanno maggiore impatto sulla vita delle gestanti sono il gonfiore e la costipazione.

Secondo i ricercatori, ormai le donne prendono i giusti provvedimenti da sole, principalmente modificando la dieta in modo da assumere più fibre, e riescono perciò a ridurre al minimo i fastidi. Tuttavia dallo studio è emerso che il consumo quotidiano di fibre non supererebbe in media i 17 grammi mentre gli esperti raccomandano alle donne incinte di consumare almeno 25-30 grammi di fibre al giorno, di assumere molti liquidi e nei casi peggiori, intervenire con delle supposte di glicerina o altri emollienti, previo consenso del proprio ginecologo.
 

FONTE: AGI Salute