22/03/2018 - Gli scienziati sollecitano il Regno Unito a fortificare la farina con acido folico per limitare i difetti congeniti

fortificazione farineLa carenza di folati, al contrario, può portare in gravidanza alla presenza di difetti congeniti, come l’anencefalia e la spina bifida

Gli scienziati inglesi invitano il Governo del Regno Unito a seguire la strada della fortificazione della farina, intrapresa da più di altri 80 paesi, tra cui gli Stati Uniti, che hanno una fortificazione obbligatoria. 

A supporto della loro richiesta gli scienziati hanno affermato che non c’è un limite massimo per l'assunzione di folati perché non vi è alcun rischio di sovra dosaggio dannoso, come mostra l’ultimo recente studio pubblicato sulla rivista Public Health Reviews

I difetti del tubo neurale (DTN), colpiscono 1 su 500-1000 gravidanze in Gran Bretagna. 

L'acido folico, forma sintetica del folato che si trova soprattutto in asparagi, broccoli e verdure a foglia scura, può essere assunto in pillole o aggiunto agli alimenti base come farina e cereali. 

Nei paesi che hanno introdotto la fortificazione obbligatoria dell'acido folico, i difetti del tubo neurale nei bambini sono diminuiti fino al 50%, secondo gli esperti della Queen Mary University di Londra e la School of Advanced Study dell'Università di Londra, che hanno pubblicato lo studio sul tema. 

Il CDC americano stima il costo della fortificazione dell'acido folico a circa 1 cent per persona all'anno. 

"Non riuscire a fortificare la farina con acido folico per prevenire i difetti del tubo neurale è come avere un vaccino antipolio e non usarlo" ha detto a Londra Nicholas Wald della Wolfson Institute of Preventive Medicine della Queen Mary. 

Secondo il ricercatore in media ogni giorno, in Gran Bretagna, due donne interrompono le gravidanze a causa di difetti del tubo neurale e ogni settimana due donne danno alla luce un bambino affetto da questa condizione. 

Si sarebbero potuti prevenire circa 3.000 casi di DTN se il Regno Unito avesse adottato lo stesso livello di fortificazione degli Stati Uniti. 

Nel Regno Unito, la farina bianca è già arricchita con ferro, calcio e vitamine del gruppo B, niacina e tiamina. Tuttavia, nonostante le raccomandazioni degli esperti, la Gran Bretagna non ha introdotto la fortificazione obbligatoria dell'acido folico, in parte a causa di preoccupazioni dovute al problema del sovra dosaggio. 

Ma la pubblicazione di questo nuovo studio ha mostrato che tali preoccupazioni sono ingiustificate. 

"Con il limite superiore rimosso non c'è motivo scientifico o medico per ritardare l'introduzione della fortificazione obbligatoria dell'acido folico", ha detto Wald. 

E in Italia? 

In Italia la fortificazione alimentare obbligatoria con acido folico non è stata ancora istituzionalizzata.
Tuttavia, constatata la difficoltà di soddisfare il fabbisogno minimo di folati con la sola alimentazione, il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità in Italia raccomandano la supplementazione con 400 mcg di acido folico da almeno 1 mese prima del concepimento fino al termine del primo trimestre di gravidanza. 

Per questo in Italia l’acido folico è un medicinale in Classe A ed è quindi offerto gratuitamente dal Servizio Sanitario Nazionale

Fonte: Medscape.com