19/11/2012 - Basso livello di vitamina D, alto rischio di Diabete Gestazionale

Le donne in attesa con un basso livello di vitamina D durante il primo trimestre sono considerate più a rischio per lo sviluppo del Diabete Gestazionale nelle fasi avanzate della gravidanza.
Lo afferma uno studio della Facoltà di Medicina dell’Università di Sherbrooke in Quebec, i cui risultati sono stati comunicati durante il 48° Meeting Annuale dell’European Association for the Study of Diabetes (EASD).

Secondo lo studio canadese i bassi livelli di Vitamina D possono aumentare il rischio di Diabete Gestazione di oltre il 40%.

La ricerca è stata condotta su un campione di donne maggiori di 18 anni, in buona salute, la cui gravidanza era compresa tra la 6° e la 13° settimana e residenti in una zona a nord del Quebec dove l’esposizione al sole è minima rispetto ad altre località situate più a sud.

Il sole fornisce circa il 90% della nostra vitamina D. Altre fonti, oltre al sole, sono le uova, la carne e il pesce. Il nostro corpo assorbe l’energia dal sole e la trasforma in vitamina D. Secondo la ricerca, la scarsa esposizione ai raggi solari e la conseguente carenza di vitamina D potrebbero essere fattori predisponenti per il diabete gestazionale.

L’insufficienza di vitamina D ha un impatto ben definito sulla densità ossea neonatale e sullo stato del calcio, cagionando rachitismo e ossa molli o deboli. É un problema quindi che deve essere affrontato, con l’utilizzo della supplementazione e un continuo screening delle pazienti.

I ricercatori hanno annunciato che è attualmente in corso un altro studio europeo mirato per dimostrare se e come la supplementazione con vitamina D possa prevenire il diabete gestazionale.

FONTE: Medscape