03/12/2014 - Diabete gestazionale: i fritti sono da evitare

Mangiare spesso cibi fritti prima della gravidanza aumenta sensibilmente la possibilità di sviluppare il diabete mellito gestazionale. 

Questo è quanto è emerso da uno importante studio del National Institute of Child Health and Human Development del Maryland, che ha preso in esame oltre 21.000 gravidanze che sono state tenute sotto controllo per ben 10 anni.

Dalle informazioni sul consumo di cibi fritti a casa e fuori casa, si è potuto constatare che le donne che avevano consumato alimenti fritti da una a tre volte a settimana avevano un rischio di diabete gestazionale più alto del 31% rispetto alle donne che avevano mangiato fritto meno di una volta a settimana.

Infatti, la frittura rilascia sostanze nocive per l’organismo, che influenzano il modo in cui controlliamo il livello di zucchero nel sangue. In più, com’è noto, favoriscono l’aumento di peso.

Inoltre, la percentuale aumenta proporzionalmente al consumo: più fritto si mangia, più alto è il rischio. Addirittura, coloro che scelgono di mangiare fritto 7 giorni su 7, hanno l’88% di probabilità in più di sviluppare il diabete.

Interessante è anche il fatto che esista una differenza sostanziale tra alimenti fritti consumati a casa e fuori casa: la correlazione tra alimenti fritti e diabete diventa molto più evidente nel caso in cui i suddetti alimenti siano consumati fuori casa.

Comunque gli esperti concordano: in gravidanza è meglio scegliere tipi diversi di cottura più salutari, come al vapore o al forno.


FONTE: ItaliaSalute