26/07/2011 - Prevenzione preconcezionale per evitare 35 mila malformazioni congenite

In Italia 35mila neonati vengono colpiti da malattie congenite o malformazioni, come cardiopatie, sindrome di Down o spina bifida. Se la prevenzione iniziasse ancor prima del concepimento, tutte queste malformazioni congenite potrebbero essere evitate. Lo affermano gli esperti, riuniti a Milano al congresso della Società Italiana di Pediatria (Sip).

La prevenzione passa soprattutto attraverso l’adozione di stili di vita adeguati ancor prima del concepimento, come ad esempio il controllo del diabete e dell'obesità, dato che l'eccessiva glicemia o il metabolismo alterato possono portare malformazioni all'intestino o cardiopatie.

Il vizio del fumo è un altro elemento che può essere una concausa e provocare insieme ad altri fattori queste malformazioni.
Il caso più conosciuto di prevenzione pre-concepimento è quello della spina bifida, una grave patologia evitabile se la futura mamma assumesse acido folico, una vitamina del gruppo B.

La prevenzione prima del concepimento si può già attuare in molti casi, perché il 50-60% delle donne programma la propria gravidanza in anticipo. L'obiettivo dei medici, quindi, è quello di aumentare questa percentuale ''con l'informazione e l'incoraggiamento da parte di tutti i sanitari''.

Fonte: ANSA SALUTE