La gravidanza mese per mese: sintomi e cambiamenti


Nel corso della gravidanza si producono nella madre cambiamenti sia fisici, che psicologici. È importante sapere quali sono, per poterli accettare con naturalezza.

Questi cambiamenti sono causati dall’aumento del livello di ormoni; alcuni si sintetizzano nelle ovaie e altri nella placenta. La loro funzione è quella di preparare il corpo materno, affinché possa portare a termine una gravidanza sana e perché il feto cresca in modo normale.

Il feto, durante la gravidanza, deve formarsi completamente, sviluppare tutti i suoi organi, crescere e prendere peso fino al momento del parto.

Per vedere graficamente i cambiamenti che avvengono nel corso della gravidanza mese per mese, clicca sul mese che ti interessa.
Cambiamenti nella madre
  • Sensazione di stanchezza.
  • Formazione del tubo neurale (è necessario integrare con B12 e acido folico).
  • Bisogno frequente di urinare.
  • Si possono verificare perdite di sangue quando lo zigote si impianta.
  • L’utero inizia ad aumentare di dimensione e adaccumulare sangue.
  • Inizia a formarsi la placenta e il cordone ombelicale.

Intorno al quattordicesimo giorno del ciclo ovarico avviene l'ovulazione e la fecondazione. È normale che durante l'impianto dello zigote nell'utero si produca un leggera perdita ematica.
L'utero inizia ad accumulare sangue e a ingrandirsi. La placenta e il cordone ombelicale iniziano a formarsi. Si inizia a sintetizzare la gonadotropina corionica, ormone responsabile della sensazione di nausee e vomito.
Durante questo mese si effettuano i test di gravidanza delle urine (quelli acquistati in farmacia), il cuo obiettivo è l'individuazione dell'HCG (secretata dall'urina). Se il test risulta positivo è necessario procedere alla prima visita ginecologica.
Il ciclo mestruale s'interrompe, ma aumentano le secrezioni vaginali. Per questo è fondamentale osservare la massima igiene in questa zona per evitare possibili infezioni.
Aumenta la sensazione di stanchezza e si sente il bisogno di urinare frequentemente. Queste sensazioni sono assolutamente normali e andranno aumentando man mano che l'utero cresce.
In questo mese inizia a formasi il tubo neurale dell'embrione e quindi è necessario un apporto supplementare di acido folico e vitamina B 12. Il medico le prescriverà un integratore alimentare che soddisfi queste necessità (nel caso in cui non si segua una dieta equilibrata).
L'attenzione psicologica è rivolta, in questo primo mese, ai cambiamenti fisici, alle nuove sensazioni e ai sentimenti che scaturisce la nuova maternità.

Cambiamenti nel bambino

Il giorno 25 il cuore inizia a battere (60 battiti/min).

Iniziano a formarsi:

  • il tubo neurale;
  • gli arti;
  • il tubo digerente;
  • i polmoni;
  • i reni;
  • il fegato.

Nel primo mese di gravidanza l'embrione inizia a formare le estremità, i polmoni e il tubo neurale (che si trasformerà in cervello e midollo spinale).
Affinché il tubo neurale si sviluppi correttamente si raccomanda l'assunzione di un apporto supplementare di acido folico.
In questa fase iniziano a svilupparsi anche il tubo digerente, i reni e il fegato.
Al giorno 25, il cuore, piccolissimo e a forma di U, inizia a pulsare. Il sangue inizia a circolare tramite un sistema di vasi chiusi (isolato dalla circolazione sanguigna materna).
Alla fine del primo mese, l'embrione è lungo 1,5 cm, pesa meno di 30 grammi e il cuore pulsa 60 volte al minuto.
Il cordone ombelicale e la placenta iniziano a formarsi.
Il cordone ombelicale è un tubo composto da arterie (che portano ossigeno e nutrienti dalla placenta al feto) e da vene (che portano anidride carbonica e sostanze di scarto dal feto alla placenta).
La placenta è un organo che mette in rapporto madre e figlio. Svolge funzioni di barriera, proteggendo il feto da alcune infezioni e sostanze nocive e soddisfando le necessità del feto di respirazione e secrezione.

Cambiamenti nella madre
  • Perdita d’appetito, bruciori di stomaco e stitichezza.
  • Continua la nausea.
  • Tensione e aumento di sensibilità nel seno.
  • L’areola diventa di colore marrone.
  • I fianchi iniziano ad allargarsi (disturbi localizzati).
  • Il cordone ombelicale è completamente formato.
  • Gambe e piedi gonfi (ritenzione dei liquidi).

La placenta prosegue il suo sviluppo e si assiste allo scambio di sostanze attraverso il cordone ombelicale che è totalmente formato.
L'embrione è coperto di liquido amniotico che serve a proteggerlo e a mantenere una temperatura adequata e costante.
L'utero continua a svilupparsi e si inizia a percepire una sensazione di peso nel pavimento pelvico e nella vagina.
Le gambe e i piedi di solito si gonfiano a causa della ritenzione idrica. Il bacino inizia ad allargarsi e potrebbero comparire alcuni dolori in questa zona.
L'aumento degli ormoni provoca nausee e altri malesseri all'apparato digerente, quali bruciori di stomaco e stitichezza a causa del ritardo della motilità intestinale. C'è un lieve calo dell'appetito, con annesso possibile dimagrimento.
Il seno comincia a ingrossarsi e si percepirà tensione e aumento della sensibilità. Le areole si scuriranno. Sul viso possono presentarsi alcuni brufoli a causa dell'aumento di ormoni.
Durante questo mese il tubo neurale si chiude e comincia a svilupparsi il sistema nervoso. Per questa ragione è importante continuare ad assumere acido folico e vitamina B 12 e iniziare con un apporto di iodio.
Subentrano dei cambi di umore, ma ci si continua a concentrare su tutti i cambiamenti che si producono nel corpo.

Cambiamenti nel bambino
  • Si chiude il tubo neurale.
  • Si formano bocca, lingua, orecchie, naso, palpebre, polsi, dita, apparato nervoso e muscolare.
  • Si sviluppa lo stomaco, la vescica e il retto.
  • Compare una protuberanza che darà luogo al pene e al clitoride.
  • Dietro appaiono pieghe che daranno luogo all’uretra, al glande e alle piccole labbra.

Nel secondo mese di gravidanza nell'embrione si possono scorgere le estremità più lunghe, iniziano a formarsi i polsi e le dita della mano e dei piedi.
Appaiono bocca, lingua, orecchie, naso e palpebre (che rimangono chiuse). La testa è enorme rispetto al resto del corpo.
Il tubo neurale si sviluppa in cervello e midollo spinale. Inizia a formarsi il sistema nervoso e muscolare, in modo tale che alla fine del mese le braccia possano muoversi.
Segue poi lo sviluppo dell'apparato digerente che, allargandosi, formerà lo stomaco, la vescica e il retto. Nella estremità inferiore del tubo si trova il tubercolo genitale, una protuberanza che darà luogo al pene o al clitoride. Dietro a questa protuberanza vi sono delle pieghe che nell'uomo formeranno l'uretra e il glande, mentre nella donna le piccole labbra che serviranno a proteggere vagina e uretra.
Alla fine del secondo mese l'embrione si considera feto. Ha una lunghezza variabile tra i 2,5 e i 5 cm. e continua a pesare meno di 30 grammi.
Si vede lo scambio di sostanze nutritive attraverso la placenta dalla madre al feto dato che il cordone ombelicale è completamente formato.

Cambiamenti nella madre
  • Il terzo mese è quello con il più alto rischio di aborto.
  • Appaiono voglie e fastidi nei confronti di odori e cibo.
  • Diminuisce la nausea.
  • Si tollerano meglio gli alimenti.
  • Bruschi sbalzi d’umore.
  • Infiammazione delle gengive.
  • Aumenta la ghiandola tiroidea, la base del collo può ingrossare.
  • Aumenta la quantità del sangue.
  • Appaiono macchie di un marrone scuro sul viso, sull’addome e sulle grandi labbra.

Si tratta del mese più a rischio aborto. Bisogna evitare (soprattutto in questo mese) le bevande alcoliche, il fumo e l'uso di farmaci (senza consultare uno specialista). Bisogna anche rallentare l'attività sessuale ed evitare i viaggi lunghi.
Il liquido amniotico facilita i movimenti dell'embrione (anche se è talmente piccolo che la madre non è in grado di percepirli).
L'appetito comincia a migliorare perché le nausee diminuiscono. Vi è una migliore tolleranza ai cibi e cominciano le "voglie" e le avversioni ad alcuni cibi e odori.
A causa dell'aumento di ormoni si verificano bruschi sbalzi d'umore, le gengive si infiammano e le probabilità che si verifichino delle infezioni aumentano. La ghiandola tiroidea s'ingrossa (è possibile che si ingrossi la base del collo).
Il volume del sangue aumenta ed è normale che le vene dell'addome, del seno e delle gambe siano più visibili.
La pelle della madre comincia a subire dei cambiamenti a causa dei livelli ormonali. Compaiono macchie scure in viso (fronte, zigomi e mento) e sull'addome e la colorazione delle grandi labbra aumenta. Si devono evitare le lunghe esposizioni al sole e bisogna utilizzare un fattore di protezione solare alto.

Cambiamenti nel bambino
  • Si sentono i battiti.
  • Gli arti sono proporzionali alla lunghezza del corpo.
  • Il sistema nervoso è completamente formato.
  • Sensibilità al tatto.
  • Iniziano a formarsi quelli che saranno poi i denti da latte.
  • Inizia a urinare nel liquido amniotico e può muoversi.

Durante il terzo mese di gravidanza le fasi salienti sono la maturazione e la crescita del corpo del feto.
Le estremità raggiungono una lunghezza proporzionale rispetto al resto del corpo (quelle inferiori risultano più corte e meno sviluppate di quelle superiori) e le dita presentano già delle unghie morbide.
Il sistema nervoso è talmente sviluppato che il feto diventa sensibile al tatto.
Lo sviluppo della testa è molto più lento rispetto al resto del corpo. Gli occhi (che si trovavano ai lati del viso) e le orecchie, si posizionano nella loro collocazione definitiva. La bocca ha 20 bottoncini che saranno poi i denti da latte.
Gli organi sessuali esterni hanno raggiunto uno sviluppo tale da poter determinare il sesso del feto. Comincia a formarsi l'urina e a essere secreta all'interno del liquido amniotico.
All'inizio di tale periodo si formano le cellule sanguigne nel fegato e successivamente questa funzione passa alla milza.
Iniziano a sentirsi i battiti e il feto può muoversi (stendere i piedi, chiudere le mani, girare la testa e accigliarsi), ma è talmente piccolo che la madre non può percepirlo.
Alla fine del terzo mese, il feto ha una lunghezza variabile tra i 7,5 e i 10 cm e pesa circa 50 grammi.

Cambiamenti nella madre
  • Diminuisce la nausea e il vomito.
  • Aumentano i bruciori di stomaco e la stitichezza.
  • L’utero e il seno continuano ad aumentare.
  • La placenta finisce di formarsi.
  • Si inizia a godersi la gravidanza.

A partire da questo mese il rischio di aborto è inferiore. Iniziano a diminuire le nausee e il vomito, dato che l'organismo si è abituato allo squilibrio ormonale, ma aumentano i bruciori e la stitichezza. Per migliorare questo problema seguire una dieta ricca di fibre.
Bisogna iniziare a controllare l'aumento di peso (non bisogna superare i 300 grammi alla settimana) e a curare l'alimentazione (assumere circa 350Kcal in più al giorno). Bisogna mangiare per due, non il doppio.
L'utero continua a ingrandirsi, si allunga così come i legamenti che lo sostengono. Questo può causare dei dolori addominali. La placenta completa la sua formazione e quindi bisogna prestare particolare attenzione alle sostanze tossiche che attraversano la placenta, quali alcol, tabacco.
Il seno continua ad aumentare e le areole a scurirsi. Iniziano anche a ingrandirsi, aumentando di diametro.
Psicologicamente si è più tranquille, le cattive sensazioni iniziano a scomparire e si inizia a godere la gravidanza.

Cambiamenti nel bambino
  • Il cordone ombelicale continua a crescere.
  • Cominciano a formarsi i capelli.
  • La pelle è rosea e trasparente.
  • I lineamenti del viso sono più definiti.
  • Il feto si muove liberamente.
  • Ora sente la voce della madre.
  • Alla fine di questo mese pesa 170 gr e è lungo tra i 15 e i 18 cm.

Nel quarto mese di gravidanza la placenta subisce lo sviluppo più importante. È composta dalla decidua basale (è la parte più vicina alla madre) e dai villi coriali (parte più vicina al feto). Entrambe le sezioni sono separate da una membrana sottilissima che ha una permeabilità selettiva, vale a dire che lascia che le sostanze nutritive arrivino al feto e quelle di scarto alla madre.
Anche durante questa fase il cordone ombelicale continua a crescere e a ingrandirsi. Il sangue fetale passa nella placenta attraverso l'arteria ombelicale e ritorna al feto attraverso la vena ombelicale.
Nella placenta avvengono gli scambi metabolici e l'ossigenazione (dato che la placenta agisce come un polmone, rilasciando l'ossigeno ed eliminando l'anidride carbonica). Possono essere trasmesse al feto anche sostanze tossiche quali il tabacco, l'alcol e altre droghe (inclusi i medicinali).
Il feto comincia a formare i capelli, la pelle diventa rosata e trasparente e la massa ossea continua a svilupparsi rapidamente. Ha i tratti somatici più definiti, occupa tutta la cavità uterina e si muove liberamente senza sforzi. Può sentire la voce della madre.
Alla fine del quarto mese, il feto ha una lunghezza variabile tra i 15 e i 18 cm e pesa circa 200 grammi.

Cambiamenti nella madre
  • L’utero e le mammelle continuano a crescere.
  • Possono comparire prurito e smagliature a causa dello stiramento della pelle.
  • La linea che unisce il pube con l’ombelico diventa scura.
  • Può esserci una sensazione di pesantezza alle gambe per la ritenzione dei liquidi.
  • Si iniziano a sentire i movimenti del feto (è attivo).

L'utero e le mammelle continuano a svilupparsi. A causa dello stiramento della pelle possono comparire prurito e smagliature. Per evitare che le smagliature rimangano anche dopo la gravidanza, si raccomanda l'uso di olio di mandorle dolci o creme antismagliature (in vendita in farmacia).
La madre inizia a sentire i movimenti del feto. Il feto si muove liberamente quando la futura mamma riposa, in quanto non ha stimoli esterni; quando la futura mamma è in movimento rimane più tranquillo.
La linea che unisce il pelo pubico con l'ombelico diventa scura. Dopo il parto ritornerà normale.
La ritenzione idrica aumenta e la sensazione di pesantezza alle gambe è costante, soprattutto alla fine della giornata. Si consiglia di evitare scarpe troppo basse o troppo alte. Per favorire la circolazione venosa di notte si devono tenere le gambe sollevate con dei cuscini.
La sensazione di gravidanza è più stabile, per questo è un buon momento per iniziare i corsi preparto e gli esercizi di Kegel.

Cambiamenti nel bambino
  • Il corpo si ricopre di vernice caseosa.
  • La crescita è veloce.
  • Comincia a formarsi il sangue nel midollo osseo.
  • Il tessuto adiposo comincia a produrre calore.
  • Nelle femmine si forma l’utero.
  • Nei maschi scendono i testicoli.
  • Alla fine di questo mese pesa 450 gr e è lungo 20 cm.

Il quinto mese di gravidanza è caratterizzato dalla rapida crescita del feto. Le estremità inferiori raggiungono una lunghezza proporzionale al resto del corpo e le unghie si allungano fino alla punta delle dita.
Il sangue inizia a formarsi nel midollo osseo (luogo definitivo). Per proteggersi la pelle si ricopre di vernice caseosa (una sostanza grassa composta da una miscela delle secrezioni delle ghiandole sebacee e delle cellule morte dell'epidermide) Il tessuto adiposo comincia a specializzarsi e a produrre calore per mezzo di reazioni di ossidazione degli acidi grassi.
Nelle bambine, l'utero si forma completamente e inizia la canalizzazione verso la vagina. Nei bambini, discendono dalla parete addominale anteriore i testicoli.
Il feto è molto attivo: dorme e si sveglia. Mentre la madre è in movimento si nutre e riposa; quando la madre è tranquilla il feto si muove dato che non ha stimoli esterni.
Alla fine del quinto mese, il feto è lungo circa 20 cm e pesa tra i 250 e i 500 grammi.

Cambiamenti nella madre
  • L’utero continua a crescere.
  • Possono aumentare i bruciori di stomaco.
  • Si può avvertire un po’ di difficoltà respiratoria.
  • L’utero inizia a contrarsi e a rilassarsi, possono sentirsi lievi fitte.
  • La schiena inizia a patire il peso.

L'utero continua a crescere per fare posto al feto. A causa della pressione che esercita sopra al diaframma, aumenta la sensazione di bruciore e la respirazione diventa difficoltosa.
L'utero inizia a contrarsi e rilassarsi, impercettibilmente, ma è normale. È possibile che si verifichino delle perdite ematiche simili a quelle delle mestruazioni, ma molto lievi.
Le schiena comincia a far male. Riposarsi quando compare questo malessere.
Dal punto di vista psicologico si pensa tutto il giorno al figlio, sognando come sarà. A partire da questo momento, il tempo passa molto in fretta.

Cambiamenti nel bambino
  • Aumenta di peso, inizia a accumulare grassi.
  • La pelle è rossa e rugosa.
  • Si separano le dita di mani e piedi.
  • Apre e chiude mani e occhi.
  • Le sopracciglia si vanno differenziando.
  • L’apparato respiratorio e il sistema nervoso continuano a svilupparsi.
  • Alla fine di questo mese pesa 820 gr e è lungo 30 cm.

Durante il sesto mese di gravidanza il feto continua a crescere aumentando di peso (inizia ad accumulare grassi).
La pelle è rossa (a causa del passaggio del sangue attraverso i capillari) e raggrinzita. Iniziano a separarsi le dita della mano e dei piedi. Apre e chiude le mani e gli occhi (le palpebre si staccano). I capelli continuano a crescere e le sopracciglia si distinguono già perfettamente.L'apparato respiratorio e il sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale) si stanno ancora sviluppando, quindi un parto in questo mese sarebbe altamente rischioso per la vita del neonato o avrebbe difficoltà a sopravvivere.
Alla fine del sesto mese, il feto è lungo 30 cm e pesa circa 820 grammi.

Cambiamenti nella madre
  • L’utero cresce più velocemente.
  • Diminuisce la quantità di liquido amniotico.
  • Aumentano i dolori addominali.
  • Si può avvertire dolore nella zona pelvica.
  • È bene dormire sul fianco sinistro per non diminuire il flusso sanguigno del bambino.
  • Appaiono emorroidi.
  • Si notano crampi alle gambe.
  • È bene fare attenzione al calcio nella dieta.

L'utero cresce molto più velocemente rispetto ai mesi precedenti e inizia a diminuire la quantità di liquido amniotico. I dolori addominali aumentano.
È impossibile trovare delle posizioni comode per riposare, in quanto il feto è in posizione cefalica (testa rivolta verso il basso) e si appoggia sulla pelvi. Si consiglia di non dormire supine in quanto il flusso sanguigno dall'aorta alla cava diminuisce. È preferibile dormire di costa, sul lato destro, per favorire anche la digestione.
È assolutamente normale che a partire da questo mese inizino i crampi alle gambe, che continuano a essere gonfie, e che aumentino i problemi digestivi. Compaiono le emorroidi, che migliorano dopo il parto.
In questo mese è fondamentale fare attenzione all'apporto di calcio nella dieta, visto che le ossa del feto si stanno indurendo. Lo specialista vi dirà se è necessario assumere dei preparati farmacologici.

Cambiamenti nel bambino
  • Comincia a mettersi in posizione cefalica (testa in giù) per prepararsi al parto.
  • Aumenta la massa ossea.
  • Il bambino fa piccoli esercizi che lo preparano alla respirazione (gasping).
  • Il sistema nervoso controlla i movimenti involontari.
  • Continua l’accumulo di grassi, è del 3,5%.
  • Il feto piange, risponde agli stimoli della luce e dei suoni.
  • Alla fine di questo mese pesa 1400 gr e è lungo 40 cm.
  • Aumenta di peso, inizia a accumulare grassi.
  • La pelle è rossa e rugosa.
  • Si separano le dita di mani e piedi.
  • Apre e chiude mani e occhi.
  • Le sopracciglia si vanno differenziando.
  • L’apparato respiratorio e il sistema nervoso continuano a svilupparsi.
  • Alla fine di questo mese pesa 820 gr e è lungo 30 cm.

Nel settimo mese di gravidanza il feto è quasi sviluppato e in caso di nascita prematura potrebbe sopravvivere. I polmoni sono in grado di realizzare lo scambio gassoso. Il sistema nervoso centrale controlla i movimenti involontari della respirazione ed è in grado di regolare la temperatura corporea.
L'accumulo di grasso è del 3,5% circa e ciò comporta la scomparsa della maggior parte delle rughe della pelle. Può aprire e chiudere gli occhi e persino piangere. Risponde agli stimoli della luce e del suono. Fa esercizio stiracchiandosi e scalciando.
In questo mese si mette in posizione cefalica (testa rivolta verso il basso) preparandosi al parto. È possibile che continui a rimanere in posizione normale (testa rivolta verso l'alto) fino alla fine della gravidanza e quindi il parto risulterebbe impossibile se non tramite un taglio cesareo.
Alla fine del settimo mese il feto è lungo 40 cm e pesa circa 1250 grammi.

Cambiamenti nella madre
  • Continuano i bruciori di stomaco, le difficoltà respiratorie e il mal di schiena.
  • L’addome si irrigidisce.
  • La zona dei fianchi e della vita termina il proprio adattamento al parto.
  • Il feto è in posizione cefalica.
  • L’utero continua a crescere.
  • Cominciano le contrazioni uterine.
  • Il collo dell’utero comincia a tendersi.

L'utero continua a crescere e le difficoltà respiratorie e la sensazione di pesantezza aumentano. I dolori addominali e alla schiena persistono.
Le contrazioni uterine per prepararsi al momento del parto continuano, sono normali e non bisogna spaventarsi (a meno che non siano troppo dolorose).
Il bacino termina il proprio adattamento per il parto, sono frequenti i dolori.
La pancia inizia a indurirsi e il collo dell'utero inizia a tendersi.
Psicologicamente, tutta l'attenzione è rivolta al momento del parto e a come sarà il bambino.

Cambiamenti nel bambino
  • Prende la maggior parte del peso.
  • L’accumulo di grassi è del 7-8%.
  • La pelle è liscia e rosea.
  • Sviluppa il riflesso pupillare.
  • Il cervello continua a crescere.
  • Riceve anticorpi dalla madre.
  • Ossa delicate e flessibili.
  • Scendono i testicoli dalle sacche scrotali.
  • Alla fine di questo mese pesa 2200 gr e è lungo tra i 40 e i 45 cm.

Nell'ottavo mese di gravidanza il feto acquista la maggior parte del peso. La quantità di grasso oscilla tra il 7 e 18% e le estremità hanno un aspetto paffutello. La pelle è liscia e rosata. Lo spazio è sempre meno e quindi la madre nota nella pancia il gomito o il tallone ogni volta che si muove.
Si sviluppa il riflesso pupillare (contrazione e dilatazione della pupilla in funzione della quantità di luce) e il cervello continua a svilupparsi.
Nei bambini i testicoli discendono dalle borse scrotali. È per questo motivo che i bimbi prematuri non hanno i testicoli formati.
Alla fine di questo mese gli anticorpi materni vengono trasmessi al figlio per proteggerlo dalle infezioni esterne durante i primi sei mesi di vita. Le ossa sono morbide e flessibili per semplificare il passaggio dalla vagina al canale del parto.
È lungo tra i 40 e i 45 cm e pesa circa 2 kg.

Cambiamenti nella madre
  • Può iniziare una debole attività contrattile uterina di preparazione al travaglio.
  • Ci si prepara psicologicamente al parto.

L'ultimo mese sembra eterno, le sensazioni dolorose sono le stesse del mese precedente.
La preoccupazione per il parto aumenta. Dato che non si conosce esattamente la data in cui nascerà il bambino, si va dall'ospedale a casa in vari momenti della giornata per valutare quanto tempo ci vuole.
Molte donne incinte concordano nell'affermare che due settimane prima del parto hanno l'impulso di metter in ordine cassetti e armadi.

Cambiamenti nel bambino
  • Si completa la formazione dei polmoni.
  • Continua l’accumulo di grassi (è del 16%).
  • Orientamento spontaneo verso la luce.
  • La pelle è bianca o rosa bluastro.
  • Alla fine di questo mese pesa 3000 gr e è lungo 45 o 50 cm.

Nel nono mese di gravidanza lo sviluppo dei polmoni è completo e possono funzionare autonomamente. Il feto ha un orientamento spontaneo verso la luce. Guadagna 225 grammi alla settimana e la quantità di grasso è pari al 16%. I bambini crescono più rapidamente delle bambine.
Il torace è prominente, la pelle è bianca o rosa azzurrata e la circonferenza della testa misura circa come quella dell'addome.
Alla fine di questo mese il feto è lungo 45 o 50 cm e pesa circa 3 kg.