X
GO
04/10/2021 - Non si rilevano effetti collaterali gravi dei vaccini mRNA COVID-19 nelle donne che allattano e nei neonati allattati al seno

In un recente studio, pubblicato nell'edizione online di Breastfeeding Medicine, i ricercatori della University of California San Diego School of Medicine hanno scoperto che le madri che allattavano al seno, vaccinate con Pfizer-BioNTech o Moderna, hanno riportato gli stessi sintomi locali o sistemici delle donne che non allattavano, senza effetti collaterali gravi nei bambini allattati al seno. 

“La prima preoccupazione di una madre è la sicurezza del suo bambino. Il nostro studio, insieme a ricerche precedenti, suggerisce che i vaccini Pfizer e Moderna non sono bandiere rosse per le madri che allattano e i loro bambini". Afferma su News-Medical.net Christina Chambers, PhD, MPH, professore di pediatria alla UC San Diego School of Medicine e professore alla Herbert Wertheim School of Public Health and Human Longevity Science. 

I risultati dello studio hanno rilevato che oltre l'85% delle 180 donne che allattavano al seno e che avevano ricevuto un vaccino mRNA COVID-19, ha riportato sintomi localizzati temporanei, come dolore, arrossamento, gonfiore o prurito nel luogo di iniezione ed effetti collaterali sistemici, inclusi brividi, dolori muscolari/corporei, febbre e vomito, con maggiore frequenza dopo la seconda dose. Inoltre, dopo la seconda dose di vaccino, le donne che avevano ricevuto Moderna avevano una probabilità significativamente maggiore di segnalare i sintomi.  

Una piccola percentuale di donne dopo la prima dose di entrambe le marche di vaccini ha riportato una riduzione della produzione di latte e un numero significativamente maggiore di donne ha riportato una riduzione della produzione di latte dopo la seconda dose di Moderna. 

Sempre la Chambers commenta: “Vogliamo sottolineare che la riduzione della produzione di latte è avvenuta in un piccolo sottogruppo di donne ed è rientrata completamente entro 72 ore dalla vaccinazione. Inoltre, non possiamo essere certi che la riduzione sia stata un effetto collaterale del vaccino o un altro fattore sconosciuto”. 

L’unica cosa certa per gli autori dello studio è che il vaccino sia efficace nel fornire protezione da COVID-19, che ha dimostrato di essere un virus devastante e grave con possibili effetti collaterali a lungo termine. 

Infine, i risultati dello studio hanno mostrato irritabilità e scarso sonno in alcuni bambini allattati al seno, ma nessun evento avverso grave. 

"Il latte materno fornisce un'abbondanza di componenti nutrizionali ai neonati che forniscono molti benefici per la salute, da un sistema immunitario più forte a tassi più bassi di obesità e di altre condizioni e malattie", ha affermato la Chambers. "I nostri risultati dovrebbero incoraggiare le donne che allattano a ricevere il vaccino COVID-19 e a continuare ad allattare i loro bambini. Non devono scegliere l'uno rispetto all'altro. Entrambi sono fondamentali". 

I ricercatori concludono che una limitazione di questo studio è che i sintomi post-vaccinazione erano auto-riportati e hanno suggerito che saranno necessari ulteriori studi per vedere se i risultati possono essere generalizzati a una popolazione più ampia. 

Fonti:  

  • News-medical.net
  • Bertrand, K., et al. (2021) Maternal and Child Outcomes Reported by Breastfeeding Women Following Messenger RNA COVID-19 Vaccination. Breastfeeding Medicine. doi.org/10.1089/bfm.2021.0169.