X
GO
17/06/2021 - Parte progetto finanziato da Ema: App per monitorare i vaccini anche in gravidanza

Coinvolge l’Italia e altri 10 Paesi dell’Unione Europea, il progetto digitale finanziato dall'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA), che riguarda il monitoraggio sulla sicurezza dei vaccini anti-COVID-19.  

Il progetto, che avrà la durata di due anni permetterà, tramite una web app utilizzata in 11 Paesi europei, di monitorare le reazioni avverse dei vaccini anti-Covid a breve e lungo termine, nonché la loro efficacia in categorie speciali come le donne in gravidanza, i bambini e gli adolescenti, i pazienti immunocompromessi e le persone con storia di allergia o pregressa infezione da SARS-COV-2.

Lo rende noto all’Ansa un comunicato della Società italiana di farmacologia (SIF).

Il Presidente Giorgio Racagni commenta che “sono proprio le categorie di persone fragili ad essere state escluse da gran parte degli studi pre-marketing sui vaccini anti COVID-19. Per questo motivo, il monitoraggio nella fase attuale di avvenuta commercializzazione è assolutamente fondamentale. Nell'attuale situazione è infatti essenziale stabilire rapidamente i profili di rischio-beneficio dei vaccini che rappresentano l'unica arma efficace contro il virus".

A capo del progetto europeo è l’olandese Utrecht University Medical Center. L’Italia riveste un ruolo di primo piano e ha costituito un network coordinato dall'Università di Verona, con il coinvolgimento di diversi centri vaccinali, centri accademici e centri regionali di Farmacovigilanza, assieme alla SIF, alla Società Italiana Medicina Generale e alla Associazione Nazionale dei Malati Reumatici.  

Le persone vaccinate che aderiscono allo studio dovranno eseguire la registrazione alla web app entro 48 ore dal vaccino e compilare un questionario elettronico di base e saranno monitorate con l’invio di questionari nel tempo per controllare gli effetti a breve e lungo termine e l'eventuale comparsa di infezione da SARS-COV-2.

Fonte: Ansa.it