X
GO
15/09/2022 - SIFES-MR: educazione alla fertilità per i ragazzi delle scuole

Secondo Filippo Maria Ubaldi, il presidente della Società italiana di fertilità e sterilità-medicina della riproduzione (SIFES-MR), è importante creare consapevolezza sul fatto che la fertilità non è infinita e che esiste un periodo ideale per concepire.

In occasione del congresso dell’Eshre, Società europea di riproduzione umana ed embriologia, svoltosi questo luglio, si parla dell'importanza dell’educazione alla fertilità da avviare già fra i banchi di scuola.

Riferisce Ubaldi ad Adnkronos Salute che occorre spiegare ai ragazzi come e quando si dovrebbe avere un bambino, quando è meglio concepirlo e anche come si preserva e conserva la propria fertilità. Dopodiché spetta ai giovani prendere una decisione consapevole.

Anche nei cicli di fecondazione medicalmente assistita riuscire ad avere un figlio è molto difficile dopo i 40 anni. Spesso questa informazione non passa e la donna si convince di avere tempo magari fino ai 50 per concepire anche con le tecniche di PMA.

Secondo la SIFES-MR questi temi vanno affrontati prima dei 20 anni ecco perché ha fatto una campagna di informazione su questo fronte, andando nelle spiagge, nelle piazze, nei licei.

L'informazione principale che va trasmessa è che la fertilità non è infinita e che nella donna la fascia d’età che va dai 20 ai 32 anni è quella ottimale per concepire, in quanto gli ovociti sono qualitativamente migliori. Dopo i 40 anni la probabilità di non riuscire ad avere figli inizia a diventare molto alta.

Secondo Ubaldi queste informazioni aiutano a scegliere consapevolmente se e quando avere un figlio, facendo ricorso, se non si riesce in modo naturale, anche alle varie tecniche di PMA, che comunque non possono prescindere dall’età della donna.

Fonte: https://www.adnkronos.com/fertilita-non-e-infinita-ragazzi-lo-imparino-a-scuola-la-proposta_3eu7lBJuIBaCJXMIyyNY7j